Caffè e colesterolo

0
497
caffè e colesterolo

Esistono molte varietà di caffè e di ricette: caffè shackerato, irish coffee, caffè americano, cappuccino, ma esistono soltanto due modi principali per prepararlo: filtrato e non filtrato. I caffè filtrati sono i più comuni e prevedono la preparazione del caffè facendo passare la miscela attraverso un filtro. I caffè non filtrati, noti anche come “bolliti”, non utilizzano un filtro e comprendono caffè turco e caffè per la stampa francese.

Incidenza del caffè nella salute

Il caffè contiene molti ingredienti, in particolare caffeina, acido clorogenico e sostanze chimiche chiamate diterpeni. Molti studi hanno esaminato i benefici per la salute del caffè, prestando particolare attenzione alla caffeina. Nonostante non esistano ancora delle evidenze scientifiche, alcuni studi hanno anche suggerito che bere caffè può prevenire malattie come il diabete mellito di tipo II, il morbo di Parkinson, alcuni tipi di cancro al fegato e forse migliorare la salute del cuore abbassando i livelli di colesterolo e i trigliceridi .

Ad oggi, il consumo di caffè non è stato direttamente associato a malattie cardiovascolari, ma alcuni studi rivelano che alcune forme di caffè possono influire negativamente sul profilo lipidico.

Caffè non filtrato e colesterolo

Sembrerebbe che i metodi di fermentazione del caffè non filtrato possano aumentarne i lipidi. Sebbene la maggior parte degli studi abbia notato che il caffè filtrato ha un effetto neutro sui livelli lipidici, il caffè non filtrato sembrerebbe aumentare LDL, colesterolo totale e trigliceridi. Si è scoperto che due diterpeni presenti in quantità elevate nel caffè non filtrato, il cafestol e il kahweol, aumentano effettivamente i livelli di colesterolo.

Questi studi hanno esaminato diversi tipi di caffè non filtrato e oli di caffè. La maggior parte degli studi ha indicato che le persone che consumano circa 60 milligrammi di cafestol (equivalenti a 10 tazze di caffè non filtrato, caffè alla stampa francese o 2 grammi di olio di caffè) possono aumentare i livelli di colesterolo totale di una media di circa il 20%. Ciò è in gran parte dovuto ad un aumento dei livelli di lipoproteine a bassa densità (LDL) e dei livelli di trigliceridi. Le lipoproteine ad alta densità (HDL) non sembrano essere interessate. Si pensa che il caffè filtrato non abbia questo effetto perché i diterpeni sono intrappolati nel filtro e, di conseguenza, esclusi dal caffè che viene consumato.

Caffè e colesterolo: il segreto è la moderazione, sempre

Ovviamente sono necessari ulteriori studi per esaminare l’effetto del caffè sui livelli lipidici poiché i risultati di questi studi sono ancora insufficienti. Se stai cercando di controllare i livelli di colesterolo e trigliceridi, una soluzione potrebbe essere ridurre il consumo di bevande al caffè non filtrate (stampa francese o caffè turco) se ne bevi frequentemente grandi quantità.

Inoltre, è molto importante fare attenzione agli ingrendienti che aggiungi al tuo caffè. Panna, zucchero, cioccolato e caramello possono aggiungere calorie al caffè e aumentarne i livelli di colesterolo e trigliceridi.

Ti è piaciuto l’articolo? Potresti essere interessato anche a caffè e gravidanza, caffè verde, caffè e perdita di peso.

Vuoi provare un buon caffè? Visita il nostro shop online.



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here