Caffè e gravidanza: è sicuro berlo quando si è in attesa?

0
403
caffè-e-gravidanza-costiera-caffè-design

Caffè e gravidanza è un binomio che genera sempre dubbi nelle future mamme. Cappuccino, caffè shakerato, caffè americano, moccaccino, il caffè in tutte le sue forme ci accompagna in tutti i momenti della nostra giornata, bisogna davvero farne a meno durante la gravidanza?

In linea generale, molti sostengono che la caffeina abbia effetti favorevoli sui livelli di energia, concentrazione e persino contro l’emicrania. Inoltre, alcune bevande contenenti caffeina sembrano avere effetti benefici per la salute. Tuttavia, la caffeina può anche causare effetti collaterali negativi e comportare rischi durante la gravidanza.

Benefici del caffè

La caffeina ha dimostrato di migliorare i livelli di energia e la concentrazione. La ricerca mostra che la caffeina stimola il cervello e il sistema nervoso centrale, il che può aiutare a rimanere svegli e ad affinare la prontezza mentale. Inoltre, alcune bevande contenenti caffeina contengono antiossidanti, composti benefici che possono proteggere le cellule dai danni, ridurre l’infiammazione e scongiurare le malattie croniche.

Rischi potenziali

La caffeina quindi mostra di avere potenziali effetti benefici, ma c’è la preoccupazione che possa essere dannosa se consumata durante la gravidanza. Le donne in gravidanza metabolizzano la caffeina molto più lentamente. Durante il suo passaggio nell’organismo, la caffeina attraversa anche la placenta ed entra nel flusso sanguigno del bambino, sollevando la preoccupazione che possa influenzare la salute del bambino.

L’American College of Obstetricians Gynecologists (ACOG) afferma che moderate quantità di caffeina – meno di 200 mg al giorno – non sono collegate ad un aumento del rischio di aborto spontaneo o parto pretermine. Tuttavia, la ricerca suggerisce che assunzioni superiori a 200 mg al giorno possono aumentare il rischio di aborto spontaneo.

Inoltre, alcune prove suggeriscono che anche basse assunzioni di caffeina potrebbero essere corresponsabili di un basso peso alla nascita. Ad esempio, esiste uno studio secondo il quale anche basse assunzioni di caffeina durante la gravidanza erano associate a un rischio maggiore del 13% di basso peso alla nascita.

Tuttavia, restano necessarie ulteriori ricerche. I rischi dovuti a maggiori assunzioni di caffeina durante la gravidanza rimangono in gran parte poco chiari.

Caffè e gravidanza: alcune raccomandazioni

Nobostante i dubbi, l’ACOG raccomanda di limitare l’assunzione di caffeina a 200 mg o meno in caso di gravidanza. A seconda del tipo e del metodo di preparazione, ciò equivale a circa 1–2 tazzine di caffè al giorno.

Oltre a limitare l’assunzione di caffè, bisogna porre attenzione anche alle bevande che contengo caffeina. Ad esempio, l’Accademia di nutrizione e dietetica raccomanda di evitare le bevande energetiche durante la gravidanza perché, oltre alla caffeina, contengono elevate quantità di zuccheri aggiunti o dolcificanti artificiali.

Inoltre, è consigliabile evitare alcune tisane durante la gravidanza, comprese quelle a base di radice di cicoria, radice di liquirizia o fieno greco.

Per una pausa caffè di design scopri l’esclusiva collezione di tazzine in ceramica di Vietri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here