Ceramica: la storia e le origini

0
769
costiera amalfitana ceramica vietri caffe design

L’arte della lavorazione della ceramica ha origini preistoriche, fu infatti uno dei primi materiali utilizzati dall’uomo grazie alla sua malleabilità e facilità di utilizzo. I resti più antichi conosciuti sono risalenti addirittura al neolitico. La parola ceramica deriva dal greco “Kèramos” che significa letteralmente “argilla per stoviglie” e nel corso degli anni la lavorazione della ceramica si è andata via via perfezionando fino a diventare una vera e propria arte ancora tutt’ora richiesta e apprezzata in tutto il mondo.

 Di fondamentale importanza in questa tecnica fu l’introduzione del tornio, che permise la realizzazione di oggetti dalle linee morbide e di perfetta simmetria. Ancora oggi il tornio è lo strumento principale per la lavorazione artigianale della ceramica.  Le prime ceramiche dipinte invece cominciano ad entrare in scena nel 3000 A.C. prima nei territori della Siria e successivamente esportati in Europa.

Greci, Etruschi e Romani

Fondamentale fu lo sviluppo apportato dalle civiltà cretesi che svilupparono uno stile della ceramica che si avvicinava allo stile “kamàres” come il vaso Pithos visibile in foto, il termine infatti prende il nome dalla grotta kamàres dove sono stati ritrovati i primi reperti.

Kamàres Pithos

In Grecia il periodo compreso tra il XII-VIII a.C. viene anche detto periodo geometrico proprio perchè sulle rappresentazioni grafiche dei manufatti in terracotta troviamo figure geometriche come greche e svastiche. La grande diffusione di questa tecnica portò alla realizzazione di opere raffinate e molto curate nei dettagli.

Successivamente Etruschi e Romani perfezionarono sempre di più la lavorazione della ceramica fino alla realizzazione di vere e proprie opere d’arte ancora oggi visibili in molti musei in tutto il mondo.

La ceramica oggi

Solo alla fine del 1800 D.C. la diffusione della ceramica cominciò ad aumentare esponenzialmente grazie alle produzioni industriali per la realizzazione di piastrelle e oggetti ornamentali. L’antica arte della lavorazione artigianale della ceramica però è ancora viva tutt’oggi ed apprezzata per l’unicità dell’opera, culla di quest’antica arte è sicuramente Vietri sul Mare, situata tra le località di Positano ed Amalfi, nel cuore della costiera amalfitana, costituisce ancora oggi la culla di quest’antica arte, con manufatti unici e caratteristici. Giallo come il sole e i limoni, blu come il mare, verde come la costa, tutti i colori delle ceramiche di Vietri parlano della costiera amalfitana e sono rigorosamente dipinte a mano e cotte in forno.

La ceramica e la legge

 A tutela dell’originalità della ceramica vige una legge creata ad Hoc, la 188/90 che ne conserva e ne tutela i cicli produttivi. La tutela della ceramica della costiera amalfitana è affidata all’Ente Ceramica Vietrese che rilascia il certificato “made in Vietri” ai maestri ceramisti.

Le nostre esclusive selezioni di tazze da caffè sono oggetti unici, ideali per gustare il tuo caffè arabica o robusta. Intreramente realizzate e dipinte a mano dai maestri ceramisti di Vietri sul Mare, esse sono ispirate ai Faraglioni dell’isola di Capri, scopri di più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here