Fondi di caffè: come usarli per il giardinaggio

0
768
fondi-di-caffè-costiera-caffè-design

Hai mai pensato di riutilizzare i fondi del caffè? Se a casa tua si beve molto caffè, potrebbe esserti venuto in mente di conservarli per riutilizzarli come fertilizzante per le tue piante o per aggiungerli al tuo compost. Anche se bevi il nostro caffè in capsule, potrai separare i preziosi fondi di caffè ed inoltre rispettare la natura, i materiali di scarto (plastica e alluminio), infatti, possono essere facilmente differenziati negli appositi contenitori.

Ma è davvero una buona idea utilizzarli come fertilizzante? In che modo possono essere utilizzati per i giardini, aiutano o fanno male?

Di seguito alcune informazioni per saperne di più sugli effetti di questi ultimi sul giardinaggio.

Compostaggio dei fondi di caffè

Il compostaggio con caffè è un ottimo modo per utilizzare qualcosa che altrimenti finirebbe per occupare spazio in una discarica. Il compostaggio dei fondi di caffè aiuta ad aggiungere azoto al mucchio di compost. Per compostarli non bisogna fare altro che gettarli sulla pila del compost.

I fondi di caffè come fertilizzanti

Le possibilità che i fondi di caffè usati ci offrono per il giardinaggio non si esauriscono con il compost. Sono molti quelli che scelgono di usarli come fertilizzante mettendoli direttamente sul terreno. Il vantaggio che apportano al terreno è quello di provvedere ad aggiungere materiale organico al suolo, migliorando il drenaggio, la ritenzione idrica e l’aerazione nel suolo. Sono anche utili ad incrementare la presenza di microrganismi benefici per la crescita delle piante. Per utilizzarli come fertilizzante, è opportuno posizionarli nei pressi delle piante e poi lavorare un po’ il terreno.

Altri usi

I fondi di caffè possono anche essere usati in giardino per allontanare le lumache dalle piante. Sembra infatti che le lumache non tollerino la caffeina e che quindi tendano ad evitare i terreni in cui è presente. Anche ai gatti sembra non piacere l’effetto che il caffè usato ha sul terreno, mentre ne sono “ghiotti” i vermi, cosa che li rende ideali per il vermi-compost.

C’è da dire, però, che i fondi del caffè quando messi direttamente sul terreno, ne aumentano l’acidità. Terreni più acidi sono adatti ad alcuni tipi di piante (azalee, ortensie, gigli) ed agiscono anche come antiparissitario ed antifungino grazie alla caffeina.

Attenzione però, ci sono piante che mal tollerano i terreni fertilizzati come ad esempio le piante di pomodoro.

Se ti piace il caffè potresti essere interessato ad alcune curiosità sulle capsule nespresso, o a conoscere i differenti tipi di caffè (caffè arabica e caffè robusta).

Conosci la pianta del caffè? Continua a leggere per saperne di più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here